Follow:
Browsing Category:

Life

    Life

    Ricette veloci per ospiti all’ultimo minuto

    Che io non sia organizzatissima non è un segreto e nemmeno che spesso faccio tutto all’ultimo minuto: quasi sempre riesco ad arrangiarmi e a salvarmi ma che fare quando si aspettano ospiti e si deve presentare qualcosa da mettere sotto i denti non è sempre facile essere pronti all’ultimo minuto!

    In testa mi son messa di fare le famose rose di mele e pasta foglia di cui tutti parlano: sembravano facilissime e così sono state. Veloci e apprezzate, hanno davvero un bell’aspetto che invogliano proprio. Esistono anche delle versioni salate con ad esempio la Philadelphia e zucchine o con il grana, la passata e le melanzane. Insomma ci si può sbizzarrire e divertire a provare diverse combinazioni.

    ricette veloci

    Poi a fagiolo è capitata la ricetta dei Biscotti in tre ingredienti ( farina, burro e zucchero: chi è che non li ha in casa?!) di Araba Felice in cucina postata sul sito di Amiche di Fuso: alla versione originale ho aggiunto la cannella perché adoro il suo profumo nell’aria ed è la stagione giusta per usarla. Pensare che prima di venire in USA non l’avevo nemmeno in cucina: qui praticamente la usano per tutto e su tutto fino a che l’odore e il sapore mi sono diventati così famigliari da azzardarmi a metterla anche io ovunque.

    E poi mi sono dilettata anche un Pumpking Bread che però avevo iniziato diligentemente la sera prima: è uscito davvero buono nonostante abbia applicato alcune variazioni alla ricetta originale: non ho messo il ginger/zenzero e i semi di garofano perché mi mancavano e ho diminuito lo zucchero ma ho aggiunto delle ciliegie secche e delle mandorle tritate. Ho dovuto lasciarlo in forno quasi 30 minuti in più rispetto alla ricetta ( misteri del mio forno..). Nessuna foto per questo, dovrete fidarvi. 😉

    Fatemi sapere se le provate.

    Share:
    Life

    Farfalle in un lazzaretto di Camilla Ronzullo

    farfalleinunlazzarettoNel mio primo periodo di espatrio un amico in effetti l’avevo incontrato subito, anzi più di uno in realtà e mi sono affezionata pure al Robusta, all’ Agata e ai i loro fantasmi. Farfalle in un lazzaretto è il primo libro di Camila Ronzullo alias Zelda was a writer: l’ho incontrato casualmente e io mi faccio travolgere senza pudore dalla serendipità perchè questa non mi delude mai. Sono finita su questo post e mi ha colpito per come lei si è presentata, per la sua umiltà e per la sua storia: aveva un sogno nel cassetto e lo stava realizzando. Più semplice a dirsi che a farsi perchè traspariva la sua passione ma anche l’impegno e i sacrifici, insomma gioie e dolori passati per arrivare alla meta che in realtà per lei credo sia solo un inizio. Comunque mentre leggevo pensavo a quanti parlano, sognano, immaginano ma poi non si buttano, non ci provano, si arrendono ancora prima che il pensiero prenda forma perchè tanto non ce la faranno mai, non succederà nulla, perderanno solo tempo ed energie, bla bla bla.. io per prima in tante cose sogno ad occhi aperti, ci costruisco i miei bei castelli per aria tutti decorati e dettagliati e poi li chiudo in fretta e furia nel cassetto perchè non scappino e li lascio li a maciare.

    Read more

    Share:
    Life

    Ti regalo una fuga.. in solitaria!

    Questo è un post programmato perché scritto in anticipo e fatto in modo che esca proprio oggi mentre noi siamo in viaggio.

    La sorpresa è per mio marito: convinto che stiamo andando direttamente verso la meta prefissata. Invece faremo un pit-stop di 1 giorno a San Francisco e non di due ore come crede lui. Certo stamattina all’aeroporto di Milwaukee gli dovrò svelare parte della sorpresa perché la destinazione sul nostro imbarco sarà SF e sicuro lo noterà ma ho in mano un’altra sorpresa che gli rivelerò dopo.

    Ma partiamo dall’inizio: abbiamo organizzato queste vacanze con degli amici che ora abitano in Tennessee in modo da trascorrerle insieme. L’idea iniziale era di partire e tornare nello stesso giorno ma quando abbiamo cercato i voli rispettivamente da Milwaukee e da Memphis le date non combaciavano, o meglio: il ritorno perfettamente ma l’andata per noi c’era il 18 Settembre e per loro il 19. Nessun panico, partiamo un giorno prima e ci godiamo un giorno di vacanza in più.

    Nel prenotare noto però che lo scalo è a San Francisco, la mia adorata San Francisco. E penso subito a come mi piacerebbe fermarmi qualche giorno e riviverla con Andrea, dato che l’ultima volta sono stata da sola con BabyL. Qualche giorno non è fattibile ma forse una notte sì e così potrei regalargli la tanto agognata visita ad Alcatraz che si era perso nella nostra prima gita Californiana. Read more

    Share:
    Life

    First Birthday party for BabyL

    Sono passati praticamente 4 mesi ma finalmente posto le foto della festa del primo compleanno di BabyL.
    Il tema mi ha fatti impazzire per mesi ma alla fine ho avuto l’illuminazione: la nostra piccola americana è nata a Milwaukee, patria di Happy Days e per me l’America che più mi affascina è proprio quella degli anni 50′ quindi perché non scegliere di fare allora un party in pieno stile 1950.

    E ecco che pian piano ha preso forma l’idea con degli inviti a forma di dischi, con i colori delle Dinners degli anni 50 e con piccoli particolari per completare. Ammetto che il posto che avevamo disponibile per il party non era proprio perfetto per l’ambientazione e che avrei potuto essere più precisa in tanti particolari ma gli amici hanno fatto in modo che il nostro party raggiungesse la perfezione: sono stati al gioco ma soprattutto hanno portato tanto amore. E questo era proprio quello che desideravamo per la nostra piccola: essere circondata d’affetto e gioia in questo traguardo dato che da bimba expat l’avevamo privata di quello dei nonni e degli amici rimasti in Italia.

    Lascio spazio alle foto ora e non dimenticatemi di dirmi cosa ne pensate!

    Party 50'

    party 1950

    Ecco altre foto Read more

    Share:
    Life

    Nuovo look al blog

    Welcome!
    Ci siamo rifatti il look, vi piace?

    present

     

    Ho riorganizzato il blog in maniera diversa per essere più completo e contenere tutto quello che piaceva e ora pian piano vi guido alla sua scoperta.
    Nella barra menù qui sopra troverete il classico ABOUT dove troverete un piccolo riassunto di chi sono e perché il mio nome.
    Di seguito c’è LIFE e qui si ricollegheranno tutti i posts riguardanti la mia vita quotidiana, il mio essere mamma e anche la mia piccola mania per lo shopping. Ho voluto distinguere questi articoli da quelli da EXPAT LIFE perché trattano aspetti diversi e qui trovate anche la sezione ADF con tutti i posts che ho scritto per Amiche di Fuso e MILWAUKEE dove ho inserito invece quelli più specifici sulla mia città expat. Qui ho inserito un’ulteriore suddivisione per essere più facili da rintracciare: VISITARE e MANGIARE che invece possono aiutare che cerca informazioni su Mke. Poi arriva TRAVELS che contiene tutti i nostri viaggetti e c’è una piccola sezione per i VIAGGI & BABY con qualche consiglio e i viaggi con la piccola BabyL. L’ultima parte è dedicata invece ai miei amati DIY e alle INSPIRATION per la casa.

    A lato trovate me, tutti i miei riferimenti social e un modo facilissimo e veloce per piacciare la mia pagina Facebook e visualizzare le mie bacheche Instagram e Pinterest: non dimenticatevene prima di salutarmi!

    Ecco, vi ho detto tutto.
    Ci sono cosine da aggiustare, qualcosa da inserire e qualcos’altro da togliere: piano piano faremo tutto! 😉

    A presto allora,
    Greis

     

    Share:
    Life

    Rientro dall’Italia

    Non ve l’avevo detto ma sono scappata per tre settimane in Italia.

    Ebbene sì: due matrimoni, una settimana in Sicilia e un viaggio intercontinentale sola con la bimba.
    In realtà avrei voluto inserire anche la gita all’expo in questo elenco ma purtroppo mi è saltata: mi sento l’unica sfigata che non lo vedrà.
    Nel complesso è andato tutto bene a parte che:
    – abbiamo perso il volo di andata, arrivando così alle 10:20 a Malpensa, alle 11:30 a casa e alle 13 al matrimonio dei nostri amici. Pazzi? Sì.. ma ci è servito a prendere subito il giusto fuso e BabyL è stata splendida: eravamo così cotti che siamo arrivati a casa alle 23 e ha dormito fino alle 12 della Domenica. Noi con lei ovviamente.
    – siamo stati a San Vito Lo Capo: meraviglia. Peccato che l’acqua non fosse abbastanza calda per un bel bagno, ma già lo sospettavamo, e che io non abbia preso colore nonostante sia stata sotto il sole per 6 giorni. BabyL incremata a più riprese con la protezione 50+ ha invece preso un dolce color biscotto.. no, non sono invidiosa di mia figlia no….. grrrrr!!
    – abbiamo beccato penso la settimana più calda dell’anno: a 32 gradi soffocavamo. Sì, io che mi sono sempre lamentata del freddo Wisconsiano piangedo per la disperazione, ho avuto il coraggio di lamentarmi del troppo caldo. Non uccidetemi. Il fatto credo sia che oramai il mio corpo è resettato sul nuovo clima e abbiamo subito tantissimo questo sbalzo di temperatura. Oltretutto così caldo che non potevo stare fuori a giocare con la piccola.
    – non sono riuscita a vedere tutti: Dru e Mara, voi quelle che più mi è dispiaciuto. 🙁
    Devo ammettere che l’ultima settimana senza Andrea, ripartito il martedì dopo il secondo matrimonio, è stata un po’ così: quando sono rientrata domenica era felice di essere a casa con tutte le mie cose, la mia città e soprattutto la mia Margot che ho lasciato nelle buonissime mani di amiche ma sempre lontana da me era.
    Quindi ho un mucchio di cose da raccontarvi e promesso che sarò più presente sul blog: sono carica!!
    Su instagram potete cercare l’hastang #greisinitaly con le immagine della nostra vacanzuola e non dimenticate di seguirmi!
    ps Ho preso solo 1/2 kg in Italia.. posso essere orgogliosa di me!!
    Share:
    Life

    San Valentino

    Buon San Valentino a tutti!!
    Allora che avete fatto?
    Per favore non rispondetemi “nulla.. non festeggiamo mai.. è una festa commerciale.. bisogna dirsi ti amo tutti i giorni.. blablabla.” E’ vero tutto ma che male c’è a lasciarsi andare e festeggiare il proprio amore una volta in più? Tanto che qui in USA non si festeggia solo con il proprio fidanzato ma a scuola le Valentine si danno a tutti i compagni di classe e lo trovo dolcissimo!!! Poi tutto si colora di rosso e i cuori spuntano in ogni dove: rose, cioccolatini, torte! Insomma per me è diventata irresistibile!!!
    Io con mio marito canno sempre i regali e sono disperata ogni volta: l’anno scorso non volevo fargli nulla poi alla fine ho preso una super spazzola da neve per l’auto, lo spray anti ghiaccio e dei Lindt e pareva l’uomo più felice del mondo…. vallo a capire!!!
    Con lui via tutta settimana e Lia appresso non sono riuscita a vedere nulla quindi panico totale e zero idee fino a giovedì: faccio una cenetta a casa con le mie amiche e una porta con sé il regalo preso per il proprio marito.. idea azzeccatissima che ho fatto subito mia! [..evviva l’originalità!! ahah]

     

    Potevo non farne una divisa per tutta la famiglia? No di certo peccato solo non ci fosse la versione canina! Il regalo per me da parte del babbo invece è in viaggio….. surprise!! solo per voi perché io so già che cos’è! 😛
    La sera per noi è stata sushi e vino bianco.. vorrei poter scrivere fiumi di vino bianco ma la verità è che all’inizio del secondo bicchiere io ho dato segni di squilibrio e ho dovuto fermarmi: dopo 13 mesi di sobrietà ora mi stende un goccio di alcool!! Poi BabyL a letto e noi un bel film: con Gerard Butler come protagonista così doppio regalo per Greis!!! [..mica scema la ragazza! ]

    Ora raccontatemi il vostro!

    Share: