Follow:
Desperate Greis

Aggiornamento trasloco

Ne sono arrivati prima 17.

Poi ne aspettavo altri 18: per farvi capire quanto ero fusa il giorno che sono arrivati i traslocatori con le loro mille domande su dove mettere cosa che rivolgevano solo a me, scelta da tutti loro come unica avente diritto a decidere. A me certo, a me che avevo bimba con febbre e lattante urlante, che allattavo e coccolavo, spostavo, incartavo, provavo febbre e curavo, rincorrevo figlia per i corridoi cullando il baby. Aprivo sacchetti e infilavo a casaccio. Lucidissima. Ecco, ne sono arrivati 58.

58 cartoni da sistemare.

Il primo giorno mi sono messa sotto e sono andata alla grande. Poi ho rallentato e ho iniziato a scansarli. Slalom da paura con fiancate e sculettate da professionista.
Ora li ho spinti tutti nello studio e ho chiuso la porta, nauseata.
Ma dove metto tutto?

Rientrare in 4 con 3 anni di vita accumulata in una casa preparata per 2 è un delirio.

C’è da decidere ancora quale doppione tenere, cosa buttare e come sistemare.
E resettare e riorganizzare perché ora la casa deve essere a misura di bambino.
E io non ho ancora capito come cavolo funziona sto decluttering che nella teoria mi piace tantissimo questa cosa di buttare e liberarsi di cose inutili o inutilizzate da molto tempo o doppie.
Figo dai: liberiamoci dalle cose materiali, muoviamoci leggeri, più spirituali. Eleviamoci. Depuriamoci. Connettiamoci con l’io interiore che vive di pane e acqua e eliminiamo il superfluo.

Però il cuoci-piadine mi serve assolutamente. Dalle mie tazze non mi separo. Zero che butto i miei fighissimi jeans, nei quali, giuro, rientrerò. Prima o poi. E poi quelle scarpe stupendissime? Non le vedo da tre quindi è come se fossero nuove. E i miei libri? Aiuto.

Elenchi lunghissime di cose indispensabili.

Decluttering non mi avrai mai.
Pratica crudele e senza cuore.
Morirò sepolta ma felice.

Adieù.

 

 

Share:
Previous Post Next Post

You may also like

3 Comments

  • Reply valentina

    Secondo me Marie Condo ha una vita molto triste 😉 adoro l’organizzazione ma odio il decluttering (a meno che non serva per fare posto al risultato di nuovo shopping hehehehe)

    April 26, 2016 at 12:06 am
    • Greis
      Reply Greis

      ahah ecco, credo che così avrei più motivazione, Brava!! 😉

      April 26, 2016 at 2:52 pm
  • Reply Barbara

    Uhm…io ci ho provato… e in un certo senso ci sono anche riuscita, nel senso che ho buttato quintali e quintali di cose inutilizzate e rotte e chissà perché, tenute per anni; regalato una montagna di vestiti tenuti per lo stesso motivo dei tuoi jeans ( ma TU ce la farai, ok?!) e alla fine senza portare i mobili, i traslocatori hanno apposto 200 etichette su altrettanti colli. Siamo arrivati ad agosto ed ancora ho una ventina di scatole. Ti capisco, sorella ; )

    November 27, 2016 at 6:50 pm
  • Leave a Reply